FIN DOVE MI SPINGO PRIMA DI CHIEDERE AIUTO?

    psicoterapia quando chiedere aiuto 


    Spesso le persone non sanno quando chiedere supporto a uno specialista. "Quanto male dovrebbero andare le cose prima di chiedere aiuto?"
    Il segreto è: prima si cerca un trattamento, più velocemente si risolverà il problema.
    Può sembrare un’affermazione ovvia, invece no. Molti infatti tendono ad aspettare che i problemi diventino così grandi da esserne sopraffatti, da andare in affanno prima di chiedere aiuto.

    Quali sono i campanelli di allarme a cui dare valore?
    Vediamo alcuni esempi.
    Nulla di ciò che hai fatto fino ad ora sembra aver funzionato.
    I tuoi amici o familiari sono stufi di ascoltarti perché travolti dai tuoi problemi.
    Non diventano improvvisamente cattivi, ti vogliono bene, ma semplicemente sono stanchi e talvolta impotenti difronte ai tuoi racconti.
    La situazione in cui ti trovi crea un disagio significativo alla tua routine giornaliera.
    Inizi ad abusare di qualcosa o qualcuno.
    Spesso, quando non si è in grado di venir fuori da una situazione difficile, ci si fionda in qualcosa di esterno come alcool, droghe o persone. Quando si ha difficoltà a riconoscere le emozioni e a canalizzarle in modo funzionale possono nascere gravi conseguenze.
    Chi ti circonda ti fa notare che c'è qualcosa di strano in te.
    Può capitare che gli altri si accorgano prima di noi che qualcosa non va.
    Essere attenti ai nostri cambiamenti di comportamento non è sempre facile. A tal proposito riporto una frase a me cara: " Se una persona in un gruppo ti dice che sei un cavallo puoi non crederci, se tutto il gruppo ti dice che sei un cavallo allora bisogna che vai a comprare una sella";
    Hai attraversato un periodo difficile e non riesci a smettere di pensarci.
    Dolori fisici ricorrenti che non riesci a spiegarti e che non trovano fondamenti fisiologici.
    Il lavoro va male o non ti piace, ma non sai come cambiare o cosa fare per apportare modifiche alla situazione che vivi.
    Le emozioni che non canalizzi in modo funzionale trovano rifugio nella maggior parte della tua vita creando forti squilibri in vari campi: perdita di entusiasmo per ciò che amavi fare; improvvisamente ti senti scollegato o estraneo alla tua vita; i tuoi hobby, i tuoi passatempi diventano un peso per te, perdono di valore e importanza.; ti assale la voglia di restare a casa e oziare.
    Le tue relazioni sono piene di litigi, tensioni e silenzio.
    Sei felice ma hai bisogno di schiarirti le idee su qualcosa di specifico al fine di migliorare la tua qualità di vita.

    Vale sempre la pena di affidarsi ad uno specialista!

     

    indietro

    Aggiungi commento


    Codice di sicurezza
    Aggiorna

    © 2018 Anna De Martino Psicologa Psicoterapeuta |Roccapiemonte, Maiori (Salerno) | Seguimi anche su