CIAO, SONO L'ANSIA!

    l'ansia amica

     

    Ciao, io sono l’ansia…
    non sono qui per crearti spavento! Lo giuro!!
    Lo so che ti faccio paura, so che ogni volta che busso alla tua porta, tu inizi a tremare. Io vengo per far la pace con te, non voglio che piangi e tremi per me. Mi dispiace che non mi sopporti, anzi che sono per te il tuo peggior nemico… so che se potessi mi annulleresti, mi allontaneresti da te… perché pensi che io voglia farti del male? Perché ti faccio così paura? Perché mi guardi così?
    I tuoi occhi spaventati creano in me un gran dispiacere… non voglio vederti così. Sapere che io sono la fonte delle tue preoccupazioni mi rende triste. Non è me che devi temere!
    Lo so che per natura io ti faccio paura, ma ogni volta che ti faccio visita il mio intento non è quello di farti sentire paura o farti impazzire. Questo non è mai accaduto… eppure tu continui a temermi… ma perché?
    Il mio modo di farti visita è quello di poggiarmi sul tuo petto, a volte sulla gola, credimi che se avessi altro modo per attirare la tua attenzione lo farei!
    Io cerco di attirare la tua attenzione, cerco di chiamarti sottovoce ma tu sei troppo impegnato a farti amare dagli altri, a fare bene il tuo lavoro. Vedo tanto spreco di energie!! Vorrei aiutarti ma tu fai finta che io non esista nella tua vita! Se solo mi ascoltassi, se solo imparassi a girarti quando ti chiamo sottovoce… sono certa che potremmo essere amici e io ti aiuterei a fare del tuo meglio senza intralciare il tuo cammino. Voglio solo che non mi tratti con indifferenza perché sai bene come ci si sente a far fatica affinché gli altri si possano accorgere di te… perché fai provare questo anche a me?
    Ho bisogno che tu rallenti, la tua vita è troppo frenetica! Provo a fermarti, provo presentandomi di notte, di giorno, provo facendoti tremare l’occhio o sudare le mani… mi sento obbligata a fare così per avere la tua attenzione! Ma perché non rallenti un po’? Perché non lasci che la bella aria che ti circonda possa innervare i tuoi polmoni? Perché non ti fermi per un meritato riposo e poi ri-parti?
    Io non vengo per disturbarti quando sei in compagnia, cerco di entrare in punta di piedi nella tua vita ma a volte con te devo usare le maniere forti!! Sei un testone!!
    Quando arrivo inizi a farti mille domande, inizi a piangere e a disperarti! Ma cosa vuoi capire di me? Non c’è nulla da capire… ho bisogno solo di ascolto!
    Quelle pilloline che prendi quando mi senti arrivare mi fanno soltanto cadere in un sonno più o meno lungo ma io non vado via!! Sai quando lo farò? Quando avrai il coraggio di sederti, invitarmi a prendere un tè e tra un sorso e l’altro mi guardi per quella che realmente sono e finalmente mi doni ascolto. Non voglio altro, credimi!
    Come vedi pilloline e goccine non hanno un lungo effetto su di me… solo ascoltandomi puoi imparare a tenermi per mano e ascoltare quando hai bisogno di fermarti un po’, quando hai bisogno di riposo, quando hai bisogno di respirare!
    Io voglio essere tua amica!!
    Ti piacerebbe essere felice? Essere soddisfatto della vita che ti sei scelto? Bene!! Io non voglio altro, sono qui e tornerò solo per ricordarti che stai facendo fatica invece di goderti ciò che hai!
    Spero che tu abbia capito che io sono buona, che non voglio farti paura ma voglio solo ascolto… quindi la prossima volta che verrò a farti visita fermati e ascoltarmi, non scappare perché tanto io corro con te!
    Sai, anche le montagne sono formate da tanti piccoli ciottoli, inizia dal più piccolo e non pretendere di “risolvere” l’intera montagna… se mi ascolti allora io andrò via perché so che ce la farai anche da solo.
    Attraversare un momento buio è l’unico modo che hai per raggiungere la luce. Fai esperienza di me, ascoltami. Quella che senti non è un cuore che cerca di uscire dal tuo petto, quella sono io che ti chiedo ascolto, ascolto del desiderio di vivere!!

    Con affetto la tua amica Ansia!
    A presto

    torna ad anteprima articoli psicologia

     

    Aggiungi commento


    Codice di sicurezza
    Aggiorna