LIKE

     

    like facebook new addiction

     

    Facebook è entrato nelle nostre vite e nelle nostre menti, se ne sente parlare di continuo: "Cercami su facebook!", "Hai visto la mia pagina facebook?", "Metti un like al mio profilo facebook?", "Sentiamoci su facebook!", " Annunci di lavoro su facebook.".
    Ormai questo termine è diventato un mantra, un'abitudine, un passatempo, spesso un'esagerazione.
    E se per alcuni diventasse una droga?
    Non molto tempo fa si parlava delle new addictions, ovvero le nuove forme di dipendenza comportamentale. I social possono rientrare in queste?
    Basti pensare al tempo che si impiega per scrivere un post, controllare like, condivisioni e visualizzazioni.
    Tanti amici su facebook e solitari nella realtà, tanti like e pochi saluti per le strade, tanti commenti e poche conversazioni seduti intorno a un tavolo, o comodamente su un divano, o sulla panchina di un parco, o in riva al mare, ...

    È possibile l'utilizzo di facebook in modo funzionale?
    Cinque consigli:
    1. Molte ricerche affermano che l'essere umano è in grado di mantenere un rapporto ottimale con 150 persone. Dunque evitare l'esagerazione degli amici su facebook: né troppi né troppo pochi.
    2. Utilizzare facebook per mettersi in contatto con vecchi amici, ex compagni di scuola, amici lontani; partecipare a gruppi per esprimere le proprie idee; condividere notizie, opinioni.
    3. Evitare la sorveglianza online del partner: rischierebbe di insinuare incertezze e dubbi sulla base della gelosia, compromettendo la quotidianità di coppia.
    4. Usare facebook per trovare lavoro.
    5. Quando siete in compagnia, mettete via i cellulari!

    indietro

    © 2018 Anna De Martino Psicologa Psicoterapeuta |Roccapiemonte, Maiori (Salerno) | Seguimi anche su